Montoro: si avvia il Piano Urbanistico Comunale

Il Comune di Montoro, con una delibera del 18 marzo scorso, dà avvio alle procedure per arrivare alla definizione del nuovo Piano Urbanistico Comunale.
Infatti, in detto atto amministrativo si fornisce un indirizzo all’ufficio tecnico comunale di predisporre gli atti per la definizione dell’incarico nel solco della continuità di iniziativa professionale, per l’intero comune di Montoro, di procedere al completamento della documentazione propedeutica al PUC da elaborare a cura dell’Amministrazione Comunale per l’intero territorio comunale e di dare mandato al Settore Finanziario, di predisporre apposito capitolo di spesa, nel redigendo bilancio comunale 2015, tenendo conto dell’indicazione che l’UTC fornirà in base alle azioni ed attività di pianificazione da intraprendere, sostanzialmente individuare le risorse finanziarie necessarie alla realizzazione di detto strumento urbanistico.
L’amministrazione Bianchino ha deciso di confermare l’incarico della redazione del PUC e del regolamento urbanistico edilizio, al raggruppamento temporaneo di professionisti nelle persone del Prof. Arch. Massimo Pica Ciamarra e nell’arch. Fausto Germanò, che erano i professionisti ai quali l’amministrazione dell’ex Comune di Montoro Inferiore affidò l’incarico della redazione del piano urbanistico del Comune di Montoro Inferiore.
L’attuale Giunta ha valutato che l’obiettivo è perseguibile attraverso il conferimento agli stessi professionisti incaricati della redazione del PUC per il già Comune di Montoro Inferiore, avvalendosi dell’estensione del medesimo incarico per l’area corrispondente al già Comune di Montoro Superiore, ovvero per una pianificazione urbanistica unitaria dell’intero territorio comunale.
La mancanza della gara viene, quindi, giustificata dal fatto che tale incarico è considerato un servizio complementare, che viene esteso all’ex Comune di Montoro Superiore e poi perché, almeno in questa prima fase, il costo di detta prestazione è inferiore al limite dei € 40.000,00, ritenendo l’importo congruo e conveniente per l’ente.
Con questo atto amministrativo, sostanzialmente, si avvia la procedura per il nuovo strumento urbanistico. Ci auguriamo che l’amministrazione voglia affrontare il progetto attraverso una prima fase di ascolto della società e dei cittadini, cercando di raccordare il lavoro già fatto fino ad oggi di programmazione, e analizzare capillarmente la città e il territorio per comprenderne le potenzialità. Montoro ha delle risorse straordinarie sia nella sua realtà produttiva che nel suo tessuto sociale e culturale.
Inoltre, si spera che ci si avvarrà di sistemi di partecipazione, non solo di analisi e ascolto, ma anche di azione di trasformazione e gestione futura dei beni comuni.
Oggi è diffusa, a seguito di un famoso articolo dell’architetto Renzo Piano, l’immagine del rammendare le città, più che costruire il nuovo.
Questo comporta non solo il recupero e la tutela del patrimonio urbanistico esistente, ma anche l’immagine di rimettere insieme due pezzi di stoffa, che è sostanzialmente quello che deve fare il nuovo strumento urbanistico unico, mettere insieme due realtà che fino al 2013 sono cresciute in termini urbanistici e di sviluppo in modo differente.
Concludo con il pensiero di Renzo Piano, “per riqualificare e dare nuova dignità a luoghi che, nonostante tutto, possiedono una loro bellezza, dobbiamo trasformare ciò che c’è, costruire sul costruito. Solo così potremo avere città davvero sostenibili”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...